CALZE GM CUSTODE DI 700 MILA API

CALZE GM CUSTODE DI 700 MILA API

Calze GM ha scelto di sostenere “Beeing” e il progetto “Bee the Change” adottando 10 alveari dall’Apicoltura Gocce d’Oro, che si trova nella valle di Pinè, in Trentino, a circa 1000 metri di quota. Ogni alveare ospita 70 mila api: Calze GM è quindi custode di 700 mila api. Gli alveari adottati sono gestiti con i criteri di apicoltura biologica da Gocce d’Oro e Giardino d’erbe. Perché è importante prendersi cura delle api e perché esse sono così importanti per il nostro ecosistema?

 

LE API INSOSTITUIBILI PER LA BIODIVERSITA’

 

Chi ha sempre associato il lavoro delle api solo al miele, forse, non sa che questo piccolo straordinario insetto ha un ruolo fondamentale per l'ambiente in cui viviamo. Per molte piante il principale meccanismo di riproduzione è l'impollinazione, che consiste nel trasporto del polline dalla parte maschile alla parte femminile dell'apparato riproduttivo. È il lavoro svolto da insetti come farfalle, falene, ditteri e coleotteri, ma soprattutto dalle api, insetti impollinatori per eccellenza.

Nel loro vagare di fiore in fiore alla ricerca del nettare necessario per produrre il loro prezioso nutrimento, le api contribuiscono al trasporto del polline.

Questo lavoro di impollinazione animale è così prezioso che, secondo il recente rapporto FAO sullo Stato della Biodiversità per l'Alimentazione e l'Agricolturada esso dipende il 90% di tutte le specie di piante da fiore presenti sulla Terra. Con l'impollinazione le api svolgono quindi una funzione strategica per la conservazione della flora e il mantenimento della biodiversità. 

 

SONO INDISPENSABILI PER L’ALIMENTAZIONE

 

Le api sono indispensabili anche per la nostra stessa alimentazione. Oltre il 75% delle colture alimentari mondiali dipende dall'impollinazione. Sempre secondo le stime della FAO, infatti, delle 100 specie di colture che forniscono il 90% dei prodotti alimentari di tutto il mondo, ben 71 sono legate all'azione impollinatrice di questi piccoli insetti. Senza di loro non sparirebbero solo miele, cera, propoli e pappa reale, ma alimenti come mele, ciliegie, fragole, carote, pomodori, mandorle, cacao, caffè non troverebbero più posto sulle nostre tavole.

 

API A RISCHIO DI ESTINZIONE

 

Le api rappresentano una delle emergenze ecologiche più gravi e urgenti. La perdita di biodiversità e il degrado degli ecosistemi stanno portando all’estinzione degli impollinatori. Si stima, infatti, che il 40 per cento delle specie di api e farfalle spariranno a breve. Le cause? Le api stanno morendo, direttamente e indirettamente, per mano dell’uomo: cambiamento climatico, inquinamento, perdita degli habitat naturali, intensificazione della coltura agricola, uso indiscriminato di fitofarmaci e pesticidi, agenti patogeni e specie invasive mettono sempre più a dura prova la sopravvivenza di questi indispensabili insetti.

 

ADOTTARE UN ALVEARE

 

Calze GM ha deciso di impegnarsi con una piccola azione per la salvaguardia delle api adottando 10 alveari. Grazie all'iniziativa “Bee The Change - Adotta un alveare” tutti possono adottare un’arnia nella loro regione o in altre ed effettuare un percorso di formazione e avvicinamento in apiario con l’aiuto esclusivo di apicoltori biologici certificati che svolgono il loro lavoro applicando tecniche di apicoltura biologica finalizzate ad ottimizzare il benessere degli insetti e garantire la qualità del miele prodotto. 

 

COME E’ NATO IL PROGETTO BEEING

 

La storia di Beeing inizia nel 2010, con una piccola eredità molto speciale: una decina di arnie lasciate a Roberto dal nonno Pietro apicoltore. E’ in quel momento che Roberto inizia ad approcciarsi al mondo dell’apicoltura e delle api, riconoscendone tutta la bellezza ma anche le difficoltà: esigenza di grandi spazi, attrezzatura e tanto tempo ed energie. Roberto, oggi CEO di Beeing, nel 2017, conosce Gabriele, ingegnere informatico e oggi co-founder. I due uniscono la passione per l’apicoltura con quella per la tecnologia e da questa intesa nasce Beeing, che ha unito design, tecnologia e Made in Italy per sviluppare un business innovativo, alla base del quale c’è un obiettivo semplice e rivoluzionario allo stesso tempo: tutelare le api, digitalizzare l’apicoltura e diffondere l’apicoltura urbana, come strumento per la transizione verso città sostenibili.

La community di Beeing conta oggi centinaia di apicoltori urbani e di apicoltori professionisti con una cosa in comune: l’amore e il rispetto profondo per le api e la natura.

 

GOCCE D’ORO

 

Noi di Calze GM abbiamo deciso di adottare gli alveari dell'Apicoltura Gocce d'Oro, per i loro alti standard qualitativi. L’apicoltura nasce nel 2000, ma la passione per le api ha origine nel 1850, quando già il bisnonno Pietro iniziò ad allevare questo meraviglioso insetto. L'allevamento di api fu portato avanti anche dalle generazioni successive fino ai primi anni novanta, quando Rino, impossibilitato a proseguire la cura dei suoi alveari, li donò al figlio Aldo, il quale a sua volta con la famiglia ed in particolare con il figlio Matteo, decise di proseguire l’attività, ampliandola e rinnovandola.

Per la lavorazione del miele e dei suoi derivati, l'azienda si é dotata di un moderno laboratorio, attrezzato anche per la lavorazione delle piante officinali. Le varietà di mieli prodotti sono differenti: millefiori, tiglio, castagno e acacia. 

Il miele ed i prodotti dell'alveare sono certificati marchio di qualità Trentino, un marchio a garanzia della salubrità e genuinità del prodotto.

Grande attenzione viene riservata anche al benessere delle api, sia per quanto riguarda la loro nutrizione che la loro cura, effettuate esclusivamente con prodotti naturali. Apicoltura Gocce d'Oro si occupa anche di didattica, infatti vengono organizzate durante l'anno sia visite in apiario per le scuole sia laboratori e degustazioni di miele. Una bella storia di famiglia, di tradizioni rinnovate, di passione e di amore per la natura.


Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.


Altro dal blog GM

Come indossare le calze
Come indossare le calze
Pack Info
Pack Info