Vesciche ai piedi: rimedi e cause

Ciao, mi chiamo Gaia, sono podologa, cioè una specialista della cura e del trattamento terapeutico del piede.

Con calze GM il nostro obiettivo è quello di aiutarti a conoscere meglio i tuoi piedi e a dare loro l’attenzione che si meritano.

Cos’è una vescica?

Il tema di oggi riguarda un problema che tutti, prima o dopo nella vita, abbiamo sperimentato: la vescica da sfregamento.

Una vescica, in poche parole, è una bolla di liquido tra gli strati più esterni della pelle. Sui piedi si formano principalmente a livello dei talloni, spesso posteriormente, ma anche tra le dita o sulla loro punta, oltre che in tutti le zone dove possiamo avere delle sporgenze ossee.

Come si formano le vesciche?

Si tratta di lesioni meccaniche, cioè si formano a causa dell’eccessivo sfregamento tra la pelle e la calzatura: scegliere una calza di buona fattura può aiutarti a prevenire questa fastidiosa lesione.

Come trattare le vesciche ai piedi?

Nella maggior parte dei casi la vescica guarirà da sola in pochi giorni, il liquido verrà assorbito e si formerà un nuovo strato di pelle. Se invece la vescica si dovesse aprire spontaneamente, è buona regola disinfettarla e successivamente coprirla con una garza ed un cerotto traspirante, per favorire l’ossigenazione della pelle.

Sarebbe bene non bucare una vescica, poiché si potrebbe andare incontro ad un’infezione. Tuttavia, se questo si rendesse necessario, il consiglio è quello di bucare sempre la vescica con un ago sterile.

Vesciche: come prevenirle?

La soluzione migliore è quella di eliminare la fonte dell’attrito.

Si può fare in diversi modi:

  • Indossare calzature adatte per il proprio piede, che non siano troppo larghe o troppo strette, facendo attenzione alle cuciture della tomaia e alla soletta plantare. Il consiglio è quello di affidarsi a negozianti esperti che possono certamente aiutarvi in questa ricerca.
  • Indossare calze aderenti: calze sportive appositamente progettate aiuteranno a ridurre il possibile attrito, dando protezione alle zone più esposte che abbiamo citato prima.

Altri consigli utili:

  • La calza non deve essere troppo bassa, ma deve coprire il bordo della scarpa: questo ci offre un’ulteriore protezione.
  • Quando le calze risultano umide è bene cambiarle: l’umidità infatti favorisce lo sfregamento. Per chi suda molto esistono in commercio delle creme o del talco per proteggere i piedi.
  • Se sei già a conoscenza di zone del piede particolarmente sensibili, possiamo coprirle con una garza e un cerotto traspirante, oppure con dei cerotti protettivi.

Essendo i piedi due strutture a sé stanti, le vesciche possono formarsi in maniera del tutto asimmetrica, ovvero possono presentarsi in uno solo dei piedi.

Con questo ho finito per oggi, se hai delle domande scrivimi in direct o commentando il video che trovi su Youtube, Facebook, Instagram.

 

E ricorda…

i piedi sani sono il tuo migliore partner per lo sport!

 

Gaia indossa la calza Approach Light 2425, con fascia elastica stabilizzante e spugna ammortizzante.


Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.


Altro dal blog GM

Come indossare le calze
Come indossare le calze
Pack Info
Pack Info