fbpx
SCONTO DEL 10% SUL PRIMO ORDINE! Codice Coupon: sconto10

Calze GM sostiene e collabora con Bollait – gente della lana

Bollait – gente della lana nasce nel 2016 per volontà di un gruppo di donne innamorate delle proprie montagne e di un modello di vita semplice, sincero, sano.

Bollait significa gente della lana in mòcheno, lingua della comunità di minoranza presente in valle dei Mòcheni/Bersntol, cuore pulsante del progetto. Questa piccola e caratteristica valle alpina è la porta d’ingresso del Lagorai, la catena montuosa del Trentino orientale, conosciuta per la sua natura selvaggia ed incontaminata, storica terra d’alpeggio per migliaia di pecore.

fotografia di Stefano Moltrer

Sugli alpeggi del Lagorai, fin dai tempi antichi, uomini e donne praticano la pastorizia sia stanziale che transumante e molti pastori attraversano queste terre, contribuendo alla salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio.

Ogni anno le greggi, per il benessere degli animali, vengono tosate e la lana, un tempo considerata fonte di reddito, attualmente è per la legge italiana ‘rifiuto speciale’ con costi di smaltimento molto elevati per gli allevatori.

Bollait, in accordo con i pastori locali che collaborano al progetto, raccoglie la lana che viene poi conferita ai centri di lavaggio e ai lanifici che la trasformano in falda e filato. Ne nascono prodotti che valorizzano le innumerevoli qualità di questa preziosa materia prima.

Calze GM collabora con Bollait nella realizzazione di una collezione di berretti, creati dalle artigiane locali utilizzando tecniche tradizionali e ‘slow’. I berretti, in pura lana vergine, sono poi tinti in modo naturale, a mano. Le diverse colorazioni, infatti, derivano dall’impiego di pigne di abete rosso, bucce di castagne, corteccia di quercia, buccia di cipolla gialla, rapa rossa, radice di robbia e fiori di reseda.

Calze GM sostenendo Bollait aiuta un sistema di economia circolare, in grado di remunerare i pastori per la lana raccolta, di mettere in rete gli artigianie di realizzare piccole produzioni manifatturiere che di fatto trasformano la lana da rifiuto a risorsa.

 

Scopri la collezione >

0 Commenti

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

0