Ai piedi delle Dolomiti, dal 1960 produciamo calze tecniche per lo sci, alpinismo, trekking, trail running e tanti altri sport. Qualità, stile, Made in Italy.

Calze GM in spedizione sulle Ande con Silvestro Franchini: Los Picos 6500.

silvi michele

Los Picos 6500

13 cime delle Ande in 43 giorni per Silvestro Franchini e i suoi compagni di spedizione

 

Si è da poco conclusa la prima parte dell’ambizioso progetto alpinistico degli scalatori trentini Silvestro e Tomas Franchini, Franco Nicolini e Michele Leonardi. Noti per le loro ascensioni veloci e i concatenamenti di più cime sulle Alpi, questa volta hanno salito 13 delle più alte montagne oltre i 6500 metri delle Ande Sudamericane in appena 43 giorni.

Ai piedi del nostro amico e ambassador Silvestro Franchini c’erano le calze top di gamma della nostra collezione. Siamo felici di condividere con voi i suoi pensieri su questa prima parte della spedizione.

“Eccomi alla fine di questo progetto, un importante traguardo nella storia dell’andinismo. Sogno, viaggio, concatenamento alpinistico, non so bene come chiamarlo. Un progetto che avevo in cantiere da molto tempo, il sogno che forse era nel cassetto di molti alpinisti ed andinisti.

Essendo uno scalatore su roccia ho pensato a questo viaggio come se fosse una via di più lunghezze e ogni tiro di questa via è rappresentato da una montagna che supera i 6500 metri: non si può salire la montagna successiva se non si è saliti su quella precedente. La parte difficile di questo concatenamento alpinistico non è stata tanto salire singolarmente queste cime quanto riuscire a salirle tutte assieme in un’unica soluzione.

Il nostro viaggio è partito dall’Aconcagua, la montagna più alta delle Americhe, ed è finita in Bolivia con la salita del Volcan Sajama. Tra l’una e l’altra abbiamo percorso circa 7.000 km in macchina, molti dei quali su strada sterrata. Per avvicinare tante di queste montagne la strada addirittura non c’era ed abbiamo dovuto percorrere parecchi chilometri in fuoristrada o camminando con i muli, come nel caso del Volcan Tupungato.

Per me non sono mai stati importanti i numeri ma ho voluto collegare queste cime in modo da riuscire ad attraversare le Ande, la catena montuosa più lunga al mondo in un tempo relativamente breve.

Salire tutte le montagne di 6500 metri delle Ande è un progetto che fino a questo momento poteva essere realizzato in una carriera alpinistica pluriennale. Noi siamo riusciti a salirle in 43 giorni grazie al nostro allenamento e ad un approccio leggero che su queste montagne poche volte è stato adottato.

Innanzitutto l’attrezzatura che ho scelto è stata molto più leggera di quella standard usata sulle montagne che superano i 6500 metri. Uno dei nostri nemici è stato i

l freddo: sul Mercedario, complice il forte vento, le previsioni del tempo indicavano una temperatura di -37°.

Su questa montagna ho utilizzato delle Trango Guide La Sportiva. Per difendermi dal freddo ho indossato una calza GM in seta lightweight 1460 abbinata ad una calza GM expedition 1577 che mi hanno tenuto i piedi caldi anche dentro il sacco a pelo durante i pernottamenti in quota nella tenda Campo Base Ferrino.

Faccio mio uno degli hashtag di CALZE GM,  #MAIFERMI: è stato essenziale essere in constante movimento per riuscire a salire senza avere freddo questi colossi delle Ande.

Ora mi godo questo bel momento, ancora fortemente motivato e con parecchie idee per i prossimi mesi: ci sono altre tre montagne in Perù che superano i 6500 metri, una di queste è lo Huascaran che ho già salito nel 2015. Vorrei completare la scalata di queste ultime tre cime ma prima devo aspettare che la neve sulle Ande peruviane si assesti. Dopo agosto mi piacerebbe riprendere l’aereo per le Americhe e per completare questo progetto alpinistico.”

 

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

1 × tre =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.